Benvenuti nella scuola dell’infanzia

Cosa succede dentro questo misterioso luogo chiamato scuola dell’infanzia? Ecco i cambiamenti e le stimolanti sfide che i bambini si trovano ad affrontare.

13.09.2016 – Chiara Borgia, pedagogista, Messina

Robert Fulghum ha affermato: «La massima parte di ciò che veramente mi serve sapere su come vivere, cosa fare e in che modo comportarmi l’ho imparata all’asilo, la saggezza non si trova al vertice della montagna degli studi superiori, bensì nei castelli di sabbia dei giardini dell’infanzia…».
Parole poetiche che ci fanno viaggiare nei nostri ricordi di bambini, in un mondo descritto come meraviglioso. In realtà non tutti sono convinti che le cose stiano proprio così e l’ingresso in questi “giardini d’infanzia” suscita paure e interrogativi: in particolare, alla mamma che vuole avere tutto sotto controllo, delle belle parole interessa poco. Qua c’è da capire e sapere tutto, nei più piccoli dettagli. Cosa succede veramente in questa scuola dell’infanzia? Cosa cambia rispetto al nido? Mi posso fidare? Come farà il mio bambino a sopravvivere in questa giungla scolastica? Non è ancora troppo piccolo?

Preoccupazioni che meritano una risposta articolata
Tutto avviene in un attimo. Varcata la soglia dell’ingresso, dove campeggia una grande scritta colorata “Benvenuti” e la maestra accoglie tutti col sorriso, il nostro cucciolo d’uomo smette di essere il principe indiscusso del reame. Saranno adesso in tanti a dover dividere scettro e corona, più che al nido: circa 20/25 per sezione con una o due maestre, a seconda dell’organizzazione interna all’istituto.

Questo sconvolgente attacco al potere lo immergerà in un mondo di relazioni fatto di bambini e bambine da conoscere, in un luogo pensato per rispondere ai suoi nuovi bisogni di bimbo in crescita. Sceglierà quelli che gli piacciono di più, che diverranno i suoi primi grandi amici. Col tempo imparerà a far gruppo anche con gli altri e a condividere giochi e spazi che qui sono di tutti. Inizierà così a muovere i suoi primi passi nella società.

Per leggere tutto l’articolo, cliccare sul link.

732 Visite totali, 0 visite odierne